Gamification: Ludicizzazione di un mondo apparentemente noioso

Giocare (un gioco) è il tentativo volontario di superare ostacoli non necessari.

Bernard Suits.

Tutti noi giochiamo e lo facciamo per tutta la vita senza distinzione di età o di sesso.

Allora perché sentiamo questa frase che ci rimbomba nel nostro cervello “Giocare è per bambini”?

Molto semplice!

Dopo una certa età il gioco prende un’altra forma e non è più eclatante come quando si è piccoli, ma se ci pensate bene molte delle azioni che facciamo nel quotidiano, nel fine settimana con la famiglia o con gli amici è considerabile gioco. Quindi, visto che è un concetto così radicato in noi, perché non sfruttarlo a nostro vantaggio? Perché non sfruttare il suo potere?

Il potere del Gioco

Il gioco è uno strumento potente che permette a chi ne fa uso di immergersi in uno status detto FLOW.

Ma che cos’è il flow?

Il flow è uno stato di coscienza in cui una persona è completamente immersa in una attività.

Questo immersività si caratterizza per:

  • Coinvolgimento totale
  • Perdita del senso del tempo
  • Concentrazione elevata
  • Motivazione intrinseca
  • Focalizzazione sull’obiettivo
  • Soddisfazione dello svolgimento di un’attività

Visto che il gioco è divertimento puro, perché non applicare alcune delle sue logiche all’interno di ambienti che ne sono assenti?

Ed è qui che entra in gioco il concetto di GAMIFICATION

La gamification è l’utilizzo di elementi di game design in contesti non ludici

Ovvero applicare concetti ludici in ambienti come:

  • Il lavoro
  • L’apprendimento
  • Il marketing
  • Il turismo

Prendiamo come esempio il mondo del lavoro, un mondo che a tutti noi è familiare.

Un esempio eclatante è l’impiego della gamification nella gestione dei flow di progettazione e di organizzazione. Tutti noi siamo abituati ad utilizzare le più svariate tecnologie per gestire clienti, ordini, attività e supporto, ma molti lavoratori possono pensare che eseguire queste operazioni quotidiane sia solo un fastidio poco eccitante e ripetitivo.

Quindi è possibile, tramite le logiche del gioco, rendere accattivante questo settore?

Assolutamente si!

L’esempio più interessante è il servizio Habitica.

Una schermata di Habitica

Questo strumento permette di impiegare il concetto di Avatar virtuale in cui ogni operazione compiuta genera punti, esperienza e monete spendibili, addirittura, in uno store digitale aziendale.

Store in cui a seconda del grado di rendimento sul luogo di lavoro è possibile customizzare il proprio avatar.

Tutti noi abbiamo giocato o sentito parlare di FarmVille, perché ci ricordiamo sempre di raccogliere e piantare i nostri ortaggi, ma non ci resta mai in mente di segnare il completamento di una task su un CRM o qualsiasi altro software di project managment?

Beh i motivi possono essere diversi, tra cui

  • La scarsa gratificazione personale
  • Un’interfaccia noiosa e poco eccitante
  • Nessun senso di sfida

Per questo motivo sistemi come Habitica aumentano esponenzialmente il costante utilizzo del sistema, aumentando le performance lavorative.

Così magari non sentiremo più in ufficio frasi del tipo “Uffa è lunedì….”.

Il caso studio del progetto METHANE un progetto (FCTSA – DIM) – Gamification applicata

Noi attualmente impieghiamo la Gamification come facilitatore per il raggiungimento di determinati obiettivi.

Un caso studio, da noi realizzato, che vogliamo portare in questo articolo è il METHANE.

Il progetto METHANE è un software in realtà virtuale per l’ apprendimento di una procedura applicata in casi di maxi emergenza. Alcuni casi d’impiego sono:

  • Deragliamento di un treno in una stazione
  • Incidente stradale rovinoso
  • Incidente areo sulla pista

Un obiettivo importante per questo progetto è stato rendere il sistema stimolante, per favorire il riutilizzo del software costantemente nel tempo. Per raggiungere l’obiettivo abbiamo applicato un concetto molto diffuso nel mondo videoludico: la LEADBOARD.

La Leadboard non è nient’altro che un tabellone in cui vengono mostrati gli utenti che hanno raggiunto il punteggio migliore nella classifica. Questo concetto lo possiamo paragonare al podio negli sport in cui esiste il 1° classificato, 2° classificato e così via. Nel caso agonistico, gli atleti si allenano giornalmente per migliorarsi e raggiungere il tanto sudato oro, nel nostro caso i corsisti si tengono aggiornati per scalare la classifica ed essere i migliori del gruppo. Questo sano senso di competizione porta un notevole incremento del numero di sessioni per utente e di conseguenza un’apprendimento migliore nel METHANE.

Come applicare la gamification nel TUO prodotto digitale?

Per iniziare è molto semplice: parliamone! Noi siamo qui per ascoltare la tua storia e il tuo progetto digitale. Insieme possiamo tracciare un piano per raggiungere il tuo obiettivo, sfruttando le potenzialità della Gamification. Saremo pronti a rispondere a tutte le tue domande e a raccontarti i nostri casi di successo.

Spegniamo il computer ed accendiamo quel camaleontico sportivo che è Stefano Mauri. Non apprezzo la sedentarietà e gli ambienti chiusi, per questo motivo adoro ragionare mentre sto correndo nei parchi che circondano casa mia. Ma per quanto sia sportivo, adoro ingozzarmi di cibo e guardare le live streaming di Dark Souls, anche quello è un ottimo toccasana dopo ore di codice. In confidenza, sono anche un inguaribile comico, con battute a detta degli altri del Team, divertenti quanto una feature aggiunta all'ultimo minuto. Sono ossessionato da Unity è un Engine che uso ormai dalle sue prime Release. Unity permette al programmatore di esprimersi in ogni modo ed in ogni ambito, perché dopotutto anche noi siamo artisti a modo nostro.